Determina lo stile di apprendimento di tuo figlio.

 

Come sfruttare al meglio lo stile cognitivo di apprendimento del tuo ragazzo.

Karen Sunderhaft

Tratto dal sito ADDitudemag - www.additudemag.com
http://www.additudemag.com/adhd/article/5469.html
Traduzione di Iolanda Micco (pedagogista - collaboratrice AIFA onlus)

 

Si può avere già individuato lo stile sensoriale d’apprendimento del bambino – ossia, se è più portato ad acquisire ed elaborare le informazioni in maniera visiva, fonetica o cinestica (attraverso il tatto o il movimento).

Ma cosa si sa esattamente riguardo lo stile di apprendimento cognitivo? Il tuo ragazzo si concentra nel riconoscere i particolari o ha una visione più ampia e generale delle cose? Di fronte ad un paesaggio naturalistico, tuo figlio, è uno “studente globale”, che vede la foresta nella sua interezza, o uno “studente analitico”, che scruta i diversi particolari degli alberi? Determinando lo stile di apprendimento è possibile sostenere ed insegnare strategie a favore dello studio del ragazzo.

 

Attraverso lenti diverse

Avete mai ascoltato i bambini discutere di un film e poi rimanere meravigliati nello scoprire che stessero parlando del medesimo film in maniera differente?

Un bambino che guarda il mondo a livello globale “sa gestire le esperienze” del film. Afferra rapidamente il tema, e può dare una descrizione generale della trama. Ma probabilmente non ricorderà i dettagli sui personaggi, la trama nei particolari, o l’ambientazione. Per tali informazioni, dovrà chiedere allo “studente analitico”. Quest’ultimo racconterà la storia in modo molto dettagliato, fornirà frammenti di dialogo, e vi dirà ciò che i personaggi indossavano in ogni scena. Lo “studente analitico” chiederà aiuto a “quello globale” per riuscire ad ottenere una visione d’insieme.

La stessa situazione è evidente nel modo in cui i bambini approcciano nello svolgimento di un compito. Prima di iniziare un puzzle, per esempio, uno “studente globale” osserva l’immagine sulla scatola, guardando i contenuti, il disegno ed il colore. Al contrario uno studente analitico esamina i pezzi del puzzle e li prova ad un unire prima ancora di guardare la foto.

 

In classe

Abbiamo potuto vedere che lo “studente analitico” ha diversi punti di forza rispetto allo “studente globale” e viceversa. Ecco cosa bisognerebbe sapere e come poter aiutare i ragazzi.

 

Uno “studente analitico”

 

Uno “studente globale”