Resoconti dei gruppi di auto mutuo aiuto 2009/2010:

 

 

Belluno:

Carissimi,

come ogni anno dopo tante fatiche scolastiche e non, prima dell'estate il gruppo di Auto Mutuo Aiuto di Belluno si riunisce per un momento conviviale.

Domenica 20 giugno abbiamo festeggiato in un agriturismo del posto, purtroppo causa il maltempo i ragazzi hanno potuto godere poco del parco e dei giochi a disposizione, ma si sono divertiti lo stesso e soprattutto sono stati un giorno in compagnia senza rimproveri.

Sono molto orgogliosa del gruppo di Belluno, pensate: i rapporti si sono così rafforzati che ci si aiuta anche in altre circostanze: c’è chi va a prendere i bambini di altri genitori a scuola o in altre attività; dei genitori hanno aiutato una famiglia nel trasloco, si trovano a giocare a pallavolo, ecc. ecc., ci si aiuta in tante piccole attività e questo ci fa sentire meno soli

Nella foto che vi allego non sono tutti, mancano altre cinque famiglie che per vari motivi non hanno potuto esserci.

Sono la più vecchia del gruppo e da un pò dico che deve prendere le redini qualche altro genitore, spero che il 2010 sia l'anno che propone il nuovo; con questo non voglio abbandonare l'AIFA, ma sono certa che energie più giovani facciano bene al guppo di Belluno e anche all'Aifa Nazionale.

L'Aifa rappresenta, per me, un mondo migliore di quello che conoscevo, un mondo di splendide persone, di persone generose, sensibili, rispettose, umane .... di un'umanità sorprendente.

Vi voglio un gran bene.

Anna

Referente AIFA di Belluno



 

Milano:

Cari amici, vorrei condividere brevemente con voi alcune considerazioni in merito agli incontri tenuti a Milano in questo ultimo anno 2010.

Devo premettere che tutto ciò è stato possibile grazie al lavoro di Astrid che ha di fatto avviato ed organizzato gli incontri, io sinceramente ero molto in difficoltà, vuoi per la mancanza di un luogo, vuoi perchè di famiglie diciamo "costanti" nel farsi sentire ce n'erano forse un paio; ero pertanto demotivata a darmi da fare anche se ero consapevole dell'importanza di avere un gruppo di mutuo aiuto anche a Milano; solitamente dopo la prima telefonata e mille ringraziamenti per le "dritte", difficilmente le persone si facevano risentire, oppure solo per ringraziarmi per aver indicato loro la strada giusta, nonostante la mia disponibilità ad incontrarli personalmente e a tenerci in contatto.

Immagino sappiate meglio di me che quando Astrid (referente Lombardia) si mette in testa una cosa smuove mari e monti, ha coinvolto la bravissima D.ssa Lucia Cento, pedagogista, che ha gentilmente offerto il suo studio e che a sua volta ha coinvolto alcune delle famiglie che ha in carico, oltre a dare un validissimo contributo partecipando qualche volta e "affascinando" letteralmente con la sua competenza e bravura i genitori presenti. Ho poi a mia volta riscritto a tutti i miei contatti e devo dire che risposte positive ce ne sono state.

Ci sono state presenze costanti, altre saltuarie. Certamente ho molto da imparare, invidio la "parlantina" di Astrid, la professionalità di Laura e dei suoi mega-verbali, ma tuttavia sono molto soddisfatta perchè le famiglie che hanno partecipato hanno dato tutte riscontri positivi, soprattutto è stato molto importante per loro, a parte ricevere informazioni, il fatto di poter parlare liberamente certi di essere capiti e non giudicati come invece accade in tutti gli altri contesti.

All'ultimo incontro pre-ferie eravamo dieci famiglie (mai successo!), è venuta anche Lucia a salutarci e a dare un validissimo supporto a tutte le questioni emerse.

E' stata una bellissima e costruttiva serata, in tanti si stanno dando da fare nel loro piccolo a coinvolgere le scuole e le strutture, altri hanno dato disponibilità a fare altrettanto.

E' sempre molto triste comunque sentire quanti devono combattere quotidianamente contro ottusità e "ignoranza", ragazzi che potrebbero dare tanto hanno a che fare con insegnanti che vanno dritti per la loro strada, non ascoltano nessuno né cercano di capire, genitori disperati che non riescono ad avere un dialogo con i loro figli e li vedono perdersi giorno dopo giorno, impotenti, e nessuno li aiuta; incontrarsi dà loro un barlume di speranza, vedere altri con lo stesso problema li fa sentire meno soli, avere informazioni maggiori su chi potrebbe aiutarli li esorta a continuare...

Un grazie speciale a Maurizio Arcari, fratello di Laura (referente Trentino Alto Adige), per la preziosissima co-collaborazione e spero possa diventare presto, oltre che collaboratore, referente Aifa.

Un abbraccio a tutti. 

Giuliana

Referente AIFA di Milano

 


 

Varese:

Anche il gruppo di mutuo aiuto di Varese è terminato. Quest’anno abbiamo avuto meno famiglie (ma guarda un po’: quelli che venivano da lontano ora partecipano al gruppo di Milano/Sesto San Giovanni!), ma non di meno è stato un percorso proficuo per alcuni dei genitori partecipanti. Soprattutto per quanto riguarda l’impatto con la scuola. I genitori dei più grandi sanno dare indicazioni molto utili a quelli che escono dalle elementari e devono affrontare le medie. Lo stesso vale per le superiori. Anche se ormai non è più impossibile accedere alle UONPIA, ricevere corrette e precise valutazioni e diagnosi (pur con tempi lunghi rispetto lle attese), rimane sempre uno zoccolo duro da affrontare: la scuola, gli esami, le nuove normative, il voto in condotta, insegnanti che si trovano impotenti di fronte a situazioni ingestibili, che non hanno il tempo d’incontrarsi con i medici….

Per concludere quest’anno abbiamo organizzato un picnic in un meraviglioso parco a Milano, il Boscoincittà. Il 26 giugno ci siamo trovati con alcune famiglie del varesotto e del milanese (e così abbiamo riunito anche questi due gruppi) per un pomeriggio di tutto relax.

 

Vorrei ringraziare le famiglie che erano venute a condividere questa simpatica esperienza.

Eravamo ca. 25 tra grandi e piccini, il cibo era abbondantissimo, le bevande anche. I ragazzi, dopo i primi momenti di studio reciproco si sono divertiti con i vari giochi, le femmine (strano ma vero c’erano più ragazze che maschi …. ma per metà erano “sorelle”) hanno parlato, giocato a carte, ma il gioco più divertente sono state le bombe d’acqua……

Invece noi genitori abbiamo mangiato e chiacchierato.

Che dire…. Ci siamo divertiti e abbiamo rafforzato l’amicizia tra di noi.

E al momento dei saluti, i ragazzi ci hanno chiesto “ma quando ci rivediamo?” “Possiamo incontrarci di nuovo?” “Ma perché dobbiamo aspettare così tanto?”

….

E’ così abbiamo preso una bellissima decisione:

domenica 12 settembre vogliamo ripetere questa esperienza nello stesso posto, cerchiamo di organizzare qualche gioco in più, possiamo pensare anche ad una grigliata e lo chiameremo “la giornata delle famiglie ADHD”, insomma una sorta di ADHD Family-day….. per vedere il posto http://www.passolento.it/milano/bosco.htm

Abbiamo già riservato l’area picnic n.3 dalle ore 12 alle ore 16. Ma la festa inizia alle ore 10 e andrà fino al nostro esaurimento!

E vorremmo farci conoscere anche da chi fino ad oggi ha solamente consultato il nostro sito: tutte le famiglie con bambini,ragazzi,adolescenti o anche adulti affetti da ADHD sono invitati ad aggregarsi a questa avventura.

l’idea c’è, spero che ci sia una grande adesione….. per l’organizzazione mi devo far venire in mente qualcosa, ma ovviamente conto molto sui referenti lombardi e sulle famiglie!

 

  
 

Per ora un ricordo di sabato e un augurio di una serena estate a tutte le famiglie

Astrid

Referente AIFA di Varese e Lombardia


 

Bolzano:

In Lavorazione .....