Indagine conoscitiva sull’ADHD in Italia

 

 

a cura di

AIFA Onlus

Associazione Italiana Famiglie ADHD

 

Con la collaborazione della Dr.ssa Erica Monotti

Torna all'Home Page

 

Cari Genitori,

 

il principale problema dell'ADHD oggi in Italia e nel mondo è che l'ADHD è una "malattia" che non si vede, non si tocca, non si evince da una radiografia ma che porta tanta sofferenza a chi deve subirla, in particolar modo i nostri bambini e i loro familiari.

 

Se c'è una forza che però potrà portare avanti la nostra "battaglia" culturale sono le nostre testimonianze, le storie vissute, le nostre difficoltà e la solitudine che emerge nel contesto sociale e medico...

 

E' per questo motivo che vi invitiamo a raccontare le vostre storie perché saranno loro a scalfire quel muro di ostracismo, di ignoranza, di ideologie che sono la causa delle incomprensioni e delle difficoltà nel curare i nostri figli ADHD.

 

Abbiamo bisogno di storie raccontate dai genitori, ma anche dagli insegnanti e soprattutto da loro, i bambini ADHD, dai loro fratelli e sorelle, i loro amici, i parenti e da chi è diventato adulto e può raccontare la sua lunga storia fatta di incomprensioni, di frustrazioni, di insuccessi, di difficoltà...

 

Ma quest'anno vorremmo mirare soprattutto a loro:

i fratelli e le sorelle di questi bambini "speciali"

 

Quanti di loro (direi tutti!) hanno da raccontare le sofferenze, le umiliazioni, le incomprensioni, le difficoltà nel vivere accanto ad un fratello o una sorella ADHD? Quanti hanno da raccontare la solitudine che li ha accompagnati per anni quando la mamma e il papà "pensavano solo a lui, di dedicavano solo a lui, comprendevano e aiutavano solo lui, coccolavano soprattutto lui..."? Ma chi ha mai pensato a questi "eroici" e tormentati fratelli? Chi ha mai pensato che forse l'unico aiuto psicologico era proprio per loro: i fratelli e le sorelle di bambini ADHD?

Ma ancora una volta sarete a voi a comporre la storia di questo ADHD firmato Italia...

 

Proponete dei temi o dei disegni ai fratelli o sorelle

di questi vostri bambini ADHD

 

del tipo: "Parla di tuo fratello Marco", "Descrivi la tua vita assieme ai tuoi fratelli", "Disegna la tua famiglia", "Disegna tuo fratello Mario"...

 

Pensiamo di proporre gli elaborati a degli psicologi esperti perché si possa cominciare a pensare anche a loro: fratelli e sorelle spesso "trascurati". Parte degli elaborati in modo anonimo saranno inseriti nel sito, forse in un nuovo libro e saranno tema del prossimo convegno nazionale che si terrà a Roma il 15 novembre 2003. I migliori elaborati saranno presi in considerazione per un possibile intervento fatto proprio da ragazzi (fratelli o sorelle) in occasione del convegno nazionale.

 

Altro grosso aiuto sarà quello di rispondere ad un questionario anonimo i cui dati ci forniranno la piattaforma sulla quale lavorare

 

Scarica qui sotto il "Questionario"

 

                                                               122 kb                  244 kb

 

Contribuiamo in tanti perché questa è la strada da percorrere perché qualcuno ci ascolti, ci comprenda e apra gli occhi sulle verità scientifiche: solo se porteremo i nostri vissuti forse qualcuno saprà che esistono!

 

Gli elaborati e i questionari dovranno essere spediti

 

entro il 30 settembre 2003

 

AIFA ONLUS

Via fax

06-233227628

___

Via e-mail

___

Via Posta Prioritaria 

AIFA Onlus - Segreteria Nazionale

"Progetto fratelli"

___

Per informazioni

tel.0761-508126

.

Torna all'Home Page